Inés Salazar

Ines Salazar, soprano ospite di Musincantus

Inés Salazar, nata a Caracas ha conseguito i suoi studi presso il Conservatorio Steffani di Castelfranco V.to sotto la guida del maestro Osvaldo Alemanno. All’inizio della carriera, è stata vincitrice di cinque concorsi internazionali. Ha debuttato con il ruolo di Amelia nel “Ballo in Maschera” e da qui in poi si distingue per le sue interpretazioni Verdiane e Pucciniane, divenendo grande protagonista sui palcoscenici di tutto il mondo.

Ha calcato le scene dei maggiori teatri come: il Teatro alla Scala sotto la direzione del Maestro Muti, il Deutsche Oper Berlin, il Bonn State Opera, il Teatro dell’Opera di Roma , il Badisches Staatstheater Karlsruhe, il Washington National Opera sotto la bacchetta del Maestro Placido Domingo, il Teatro Colon di Buenos Aires, il Teatro Regio di Torino, il Teatro Nazionale di Atene, il Teatro Verdi di Trieste, il Gran Teatro Liceu di Barcellona, a Torre del Lago per il Festival Pucciniano, lo Staatoper di Vienna, il Teatro Real di Madrid, l’ Opera House di Tel Aviv, il Municipal di Santiago del Cile, il Daejeon Arts Center in Corea, il New National Theatre di Tokio ecc., interpretando ruoli quali: Tosca (“Tosca”, Puccini), ricordandone la sua più famosa interpretazione con Luciano Pavarotti, diretta da Placido Domingo, con la regia di Franco Zeffirelli in occasione del centenario al Teatro dell’Opera di Roma. Amelia (“Un Ballo in Maschera”, Verdi), Leonora (“Trovatore”, Verdi), Leonora (“Forza del destino”, Verdi), Elvira(“Ernani”, Verdi), Violetta(“Traviata”, Verdi), Mimì(“Boheme”, Puccini), Lady Macbeth(“Macbeth”, Verdi), Norma(“Norma”, Bellini) Adalgisa(“Norma”), Aida (“Aida”, Verdi), indimenticabile la spettacolare produzione con oltre mille figuranti, dinnanzi a 27.000 spettatori allo Stadio di Basilea, da cui è stato tratto un DVD che ha venduto più di un milione di copie.

Ha inoltre eseguito svariate rappresentazioni della “Messa da Requiem” (Verdi) che ha interpretato al Festival dei due Mondi di Spoleto 2002 inaugurandone la stagione, accompagnata dall’orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi e diretta dal Maestro Riccardo Chailly, riproponendola poi anche all’Auditorium di Milano, Bergamo Brescia e Bisbaden. Sotto la guida del Maestro Fruhbeck de Burgos l’ha eseguita in Spagna al Festival Internazionale di Santander e a Madrid, in Germania in occasione dell’inaugurazione della Cattedrale di Nostra Signora di Dresda nel 2005, a Oslo e nella sala della Radio a Copenhagen nel 2011.

Svolge un’intensa attività concertistica in tutto il mondo, ed è spesso ospite di trasmissioni televisive e radiofoniche. Sta conducendo numerosi masterclass di perfezionamento per cantanti lirici in Italia e all’estero. Ha ricevuto innumerevoli premi alla carriera. Nel 2003 Il “Premio Illica” per l’interpretazione definendola una delle migliori Tosche degli ultimi anni. Nel 2009 le è stato conferito il “Cigno d’Oro” dal Museo Nazionale Giuseppe Verdi, quale interprete verdiano per eccellenza nel mondo. Nel 2011 il premio Anita Cerquetti, nel 2014 il Tito Schipa insieme al premio alla carriera dedicatole dal Conservatorio di Castelfranco. Ha inoltre ottenuto le cittadinanze onorarie dal Comune di Moricone (RO) e dal Comune di Montecosaro (MC).

Artista ospite di Musincantus in occasione de

Franz Schubert Messa in Sol maggiore N° 2 – D.167 per soli, coro e orchestra

Domenica 17 dicembre 2017

Profile details